Un maestro nel scovare talenti a costi contenuti

Corvino

Questo uno dei diktat imposto dal direttore sportivo Corvino al lavoro sul mercato per rinforzare la Fiorentina 2016-17. L’altro è relativo alla predilezione per la pista straniera: sì, perché pescando in determinati bacini si riesce tuttora a comprare bene e meglio. Certo, ci vuole fiuto e osservazione , ma essendoci di mezzo uno dei dirigenti storicamente più bravi nello scovare talenti in giro per il mondo a costi contenuti, i risultati dovrebbero essere garantiti. In quest’ottica si inquadrano gli acquisti di Kevin Diks, Bartłomiej Drągowski e Ianis Hagi, ragazzi di bellissime speranze – specie il figlio d’arte rumeno – alla prima grande esperienza; ma anche il pressing sui due centrali olandesi, giovani ma già affermati, Van Beek e Rekik e soprattutto l’operazione che chiama in causa Hernan ToledoCorvino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.