Thereau: “Se non tratti bene la gente arriva ciò che meriti. Chiesa andava ceduto”

L’ex attaccante Viola Cyril Thereau, ha rilasciato una lunga intervista a TMW, ecco le sue dichiarazioni:

“I primi sei mesi della mia avventura erano andati bene, poi ho avuto qualche infortunio. Da lì sono iniziati i problemi perché ero sempre indietro fisicamente. Tenermi fuori è stata una scelta societaria. Con il mio procuratore abbiamo fatto una proposta per fare la risoluzione, loro non hanno voluto accettare. Ho fatto quello che dovevo fare.

A Firenze stavo bene. Per andare in Belgio devo far spostare anche la mia famiglia. E oggi voglio privilegiare la qualità della vita. Mio figlio ha undici anni, non è semplice cambiare scuola e farsi nuovi amici. Al momento, sinceramente, non sto cercando niente.

 

 

 

Se mi aspettavo la stagione deludente della Fiorentina? Si ha sempre ciò che si merita. Se non tratti bene la gente poi arriva quello che meriti. La Fiorentina non è una squadra che può lottare per l’Europa al di là di quello che si dice. Servono calciatori per lottare per questo traguardo. Ci sono buoni giocatori, ma i tifosi meriterebbero di più.

 

 

 

Iachini? L’ho avuto all’Udinese, riesce a far dare il 100% in situazioni di emergenza, mentre è stato un errore non vendere Chiesa un anno fa. Anche io ho vissuto una cosa simile quando ero al Chievo: quando qualcosa si rompe diventa difficile. Doveva andar via prima. Federico ha qualità, dà sempre il cento per cento perché è un professionista, ma poi quando arrivano offerte che ti distraggono, se non parti, diventa tutto più difficile. Castrovilli… Beh, dipende dalle offerte. Quando un calciatore riceve proposte che non si possono rifiutare, è giusto lasciarlo andare. Altrimenti con la testa non c’e più”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.