Scuffia a ViolaPresses:” Frey mi accolse molto bene in prima squadra”

Alle 21 abbiamo avuto in diretta Tommaso Scuffia, ecco le sue parole:

Come stai passando questo momento?

Un po’ come tutta Italia, mi sto godendo mia moglie che è in dolce attesa e nel frattempo cerco di tenermi informa.

Com’era il gruppo della tua primavera 2009-2010?

Era un’ottimo gruppo, perché avevamo ottime individualità come Babacar, Carraro, Seferovic, Agyei, Iemmello ecc.. avevamo un gran mister come Buso e un gran preparatore dei portieri come Emiliano Betti. Io e Seculin eravamo quasi in pianta stabile con la prima squadra, poi il sabato giocavamo in primavera.

Com’era il rapporto con Sera Frey in prima squadra?

Appena arrivato ero titubante a rapportarmi con i giocatori della prima squadra invece venni accolto alla grande già dal mio primo ritiro.

Come ti trovi a Roccella dopo aver giocato in piazze importanti come Ancona, Catanzaro e Lecce?

Mi trovo bene, certo avrei voluto continuare in serie C ma qui ho trovato la mia anima gemella. Per il futuro mai dire mai.

A Gennaio hai giocato al Barbera di Palermo disputando una grande partita, come è stato giocare li.?

E’ stato un’emozione forte, da ragazzo si vuole sempre giocare in stadi così. Ci ho giocato in D e non in A ma è stato impressionante giocarci fino a poco fa lottavano per andare in Europa.

Come mai hai scelto di giocare in porta?

E’ avvenuto tutto grazie ad un signore del mio paese Macerata, che mi consigliò di giocare in porta perché mi vedeva bravo. Io giocavo centrocampista, mi capitò di giocare però in porta in una finale perché il nostro portiere si infortunò e da li è iniziata la mia carriera. Devo ringraziare Alberto Zanconi che mi consigliò di cambiare ruolo.

Chi era il tuo idolo?

Il mio riferimento era Dida che ebbe un’inizio difficile ma poi si riscattò e fece vincere al Milan la Champions del 2003 con quella parata su Ibra nella semifinale. Mi piaceva anche tanto Buffon e alla Fiorentina Frey e Boruc.

Cosa pensi di Dragowski?

Sta facendo benissimo, merita la Serie A e la Fiorentina. Non ti nego che inizialmente ero titubante perché non lo conoscevo. Quest’anno dopo l’esperienza di Empoli è maturato tantissimo ed è una sicurezza.

Sei rimasto in contatto con qualche tuo ex compagno in primavera?

Si Agyei che ho spesso affrontato ed è stato anche mio compagno ad Ancona e Babacar che sta a Lecce dove anch’io ho giocato e sento spesso per chiedergli come si trova.

Si ringrazia Tommaso Scuffia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.