Rinvio Euro 2020, la Uefa vuole 400 milioni di danni: 70 chiesti all’Italia

La Uefa ha intenzione di chiedere i danni dopo il rinvio degli Europei a causa dell’emergenza coronavirus che sta colpendo più o meno tutto il mondo. Secondo quanto riportato da “La Repubblica”, il risarcimento che il massimo organismo del calcio europeo vorrebbe chiedere ammonterebbe a circa 400 milioni.

 

A disposizione ci sarebbe una riserva di “disaster recovery” di 565 milioni, ma la Uefa vorrebbe comunque un rimborso dai vari Paesi partecipanti. Tra questi c’è anche l’Italia, la cui cifra sarebbe intorno al 60-70 milioni, quota che i club non sono intenzionati a pagare. E ora che succede? La palla passa al presidente Ceferin, che prima però dovrà riorganizzare le competizioni europee (Champions ed Europa League) fermatesi al pari dei vari campionati nazionali.

A riportare la notizia è il portale TPI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.