Ribery-Kouamé: le due opzioni in più di Iachini. Ecco come potrebbero giocare

 

È molto probabile che alla fine quando sarà in condizione Ribery venga utilizzato come attaccante nel 3- 5- 2. Anche per non costringerlo ad affaticarsi a rientrare a centrocampo e per sfruttare al meglio le sue grandi doti tecniche. Franck crea la superiorità e tenerlo vicino alla porta rimane a oggi la soluzione migliore.

L’altra importantissima novità riguarda Kouamé, che è stato uno dei colpi del mercato invernale. La Fiorentina lo ha preso dal Genoa a 10 milioni di euro più bonus, con la formula del prestito con obbligo di riscatto. Il forte attaccante della Costa d’Avorio si è dovuto fermare dopo la rottura del legamento crociato nel novembre scorso durante una partita della sua Nazionale Under 23 contro il Sudafrica. Ormai sono passati 6 mesi e quindi anche tutti i tempi tecnici della guarigione sono stati rispettati. Certo, come nel caso di Ribery, viene da un brutto infortunio e quindi il suo inserimento nel caso sarà progressivo. Se la stagione fosse proseguita in maniera regolare probabilmente il suo impiego sarebbe stato rimandato all’anno prossimo.

 

 

 

Ora però la situazione è cambiata e magari nelle ultime partite Iachini potrebbe lanciarlo nella mischia. Kouamé per caratteristiche è una seconda punta ma può giocare anche esterno e quindi anche in vista del futuro può essere utilizzato in più situazioni tattiche. Un talento insomma con tanti margini di miglioramento come ha dimostrato anche in questa stagione. Prima di infortunarsi, con il Genoa infatti in 11 presenze era riuscito a segnare 5 gol con 3 assist. Ribery e Kouamé ma non solo.

A riportare il tutto è Repubblica edizione Firenze.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.