Pradè: “Non riusciamo a dimostrare i nostri valori. Pensavo fossimo più avanti”

Il direttore sportivo della Fiorentina, Daniele Pradè, ha parlato a Violachannel.tv dopo il 2-2 contro lo Spezia, ecco le sue dichiarazioni:

“Una squadra come la Fiorentina, in vantaggio di due gol dopo quattro minuti, deve giocare un altro tipo di partita. Deve portare a casa il risultato. La proprietà è dispiaciuta, ma dobbiamo ripartire e lavorare. Non dobbiamo mollare, siamo solo alla quarta giornata. A livello di individualità la squadra è molto forte, deve imporsi. Complimenti allo Spezia che ha dimostrato carattere, identità e di non mollare. Considerando che è una neo promossa e che si è ritrovata sotto dopo appena quattro minuti, non ha mollato. Il calcio è fatto d’episodi.

 

 

Con uno svarione difensivo, un giocatore (Verde, ndr) in netto fuorigioco e una regola che permette determinate situazioni, le partite cambiano. Siamo qui a rammaricarci per non riuscire a dimostrare i nostri lavori. Dobbiamo solo lavorare ed essere uniti. Alcuni singoli hanno giocato bene, come Amrabat che ha disputato una partita sontuosa, ma questo non basta. Dispiace, ma ripartiamo. La partita contro l’Udinese? Ogni gara è un esame decisivo. Mi aspettavo una partenza diversa. Viste le partite contro Torino e Inter pensavo fossimo più avanti. Non è così e allora dobbiamo lavorare.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.