Nardella: “Alcuni commercianti mi dicono che questo virus sia peggio dell’alluvione del ’66 ma Firenze ne uscirà”

Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, da ieri in quarantena per aver incontrato il segretario del PD, positivo al Coronavirus, Nicola Zingaretti, ha rilasciato delle battute a La Repubblica, ecco le sue dichiarazioni: “Per precauzione me ne sto in una stanza da solo, indosso una mascherina. Ho un letto separato con una doccia separata, asciugamani separati, mi lavo spesso. Non mi sono volontariamente messo in quarantena, la mia è una misura di precauzione obbligatoria, prevista dalle norme; sto benissimo, non ho sintomi di nessuna natura. I fiorentini stiano tranquilli di fronte a questo virus, evitiamo gli assembramenti, i bambini all’aperto portiamoli pure ma tenendo la giusta distanza. Sarà un urto pesante, ho incontrato commercianti che mi dicono che una batosta del genere è paragonabile solo all’alluvione del 1966. Teniamo duro, Firenze è forte e ce la farà».

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.