Montella: “Vlahovic sta bene, ma non carichiamolo troppo. Con Sottil facciamo come per Cuadrado, critiche? …”

Montella

Vincenzo Montella dà il cambio al presidente Commisso in sala stampa e parla alla vigilia di Fiorentina-Parma, ecco le sue dichiarazioni:

“Ci portiamo da Sassuolo una vittoria difficile e graditissima, la prima rimonta, e non è semplice. Domani dobbiamo iniziare con la stessa condizione della ripresa di mercoledì. Ancora una volta, partita difficile: il Parma ha un punto in meno, ha fatto gli stessi nostri gol, subito uno in più. Sarà importante l’energia di chi subentrerà, le partite si decidono negli ultimi minuti.

 

 

 

Lirola? Si è allenato, sta bene. Caceres no. Vlahovic sta crescendo, sempre più presente. Un calciatore su cui puntiamo, ma non bisogna caricare troppo di responsabilità questo ragazzo. Non pensavamo di essere a questo punto, non tanto di classifica, quanto di identità di squadra: il rischio era alto, non abbiamo preso imbarcate e nelle ultime sei partite ne abbiamo vinte quattro.

Sottil è un esterno alto, ma l’ho messo più basso per non stravolgere la squadra dopo una sconfitta. Non è stato aiutato dalla squadra, lui doveva essere più offensivo e avevo impostato un raddoppio con Pulgar. Purtroppo non siamo stati bravi nell’azione del gol. Un po’ come facevamo con Cuadrado e Pasqual, divetava poi un 4-3-3.

 

 

 

Noi rivelazione? Sta facendo bene il Parma stesso, il Verona, il Cagliari. Domani chiedo concentrazione e sostegno al massimo. Servirà essere lucidi e incoraggiati, non sarà una bella partita. Ceccherini è affidabile, ha più esperienza di Ranieri che però è mancino. Domani abbiamo 4-5 ragazzi del settore giovanile, con solo Chiesa che ha tante presenze in A.

Io dai tifosi sento vicinanza e fiducia, non posso accontentare tutti, ma bene così: l’anno scorso si discuteva di cose più antipatiche. Mi sta bene.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.