Martorelli: “Commisso non si fissi con l’italianizzazione, servono giocatori forti prima di tutto. Mandzukic da prendere domattina”

Bilanci di fine anno sulla stagione di Serie A che si va chiudendo, Giocondo Martorelli a Lady Radio ha commentato così la situazione viola: “La Fiorentina è partita ad handicap in questa stagione, arrivando in ritardo ma sono stati bravi ad aggirare le varie problematiche, con fasi di alti e bassi. Questo si deve anche al temperamento dell’allenatore, lo definirei un bilancio positivo e che permette alla proprietà di guardare con fiducia alla prossima stagione.

 

 

L’italianizzazione voluta da Commisso? Prima di tutto direi che servono giocatori bravi perché il mondo va avanti, mi sembra un discorso qualunquista. Se ci sono italiani bravi, perché no, ma se si vuole innalzare la qualità della rosa servono i giocatori forti. Iachini? I dirigenti hanno capito giorno dopo giorno che il gruppo era compatto e in grande sintonia con l’allenatore e hanno scelto di proseguire con questo percorso.

 

 

 

La società non ha voluto intaccare questo equilibrio mentre il prossimo anno valuteranno. Mettendo a sua disposizione maggiore qualità avranno modo di giudicarlo nella sua totalità. Mandzukic utile? La Juve ha fatto una scelta non positiva a lasciarlo andare perché le avrebbe fatto comodo. Se sta bene fisicamente è da prendere domattina”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.