Le pagelle di Fio-Ata: Menomale che Chiesa c’è. Hugo perde la bussola, Lafont sbaglia. Pioli…

Pioli Chiesa

Queste le pagelle della partita appena conclusa per 3 a 3 tra Fiorentina e Atalanta a cura di Viola news:

TOP & FLOP



CHIESA 8: Più che un capitano, un eroe. Che si carica la squadra sulle spalle quando sembrava già spacciata. Un gol fenomenale inventato dal niente, poi partecipa all’azione del 2-2 e serve l’assist, perfetto, per il 3-3. Intorno una prestazione a mille all’ora, con un cuore grande così.

HUGO 4,5: In difficoltà fin dall’inizio contro Ilicic, prova a contenerlo con un paio di falli. Ma lo sloveno se lo “beve” sia sull’azione dello 0-1 che su quella successiva del raddoppio. E lui va completamente in bambola. Nella ripresa gioca da centrale e va meglio. Prova a farsi perdonare con un colpo di testa in attacco, fuori di poco.

GLI ALTRI

LAFONT 5: Dopo 10′ deve già sfoderare una grande parata per togliere di porta il tiro di Ilicic nettamente deviato, istinto puro. Sfortunato e un po’ ingenuo sui primi due gol, entrambi sotto le gambe. A dir poco rivedibile invece sul 2-3, la respinta centrale è fatale.

CECCHERINI 6: Pezza importante all’8′ per chiudere lo specchio a Zapata in area. Coinvolto anche lui nel doppio svarione sui 2 gol atalantini, ma è il meno colpevole. Nella ripresa si sposta nella zona di Ilicic e lo limita. Dà tutto quello che ha.

Dall’80’ LAURINI sv

MILENKOVIC 5,5: Centrale della difesa a 3, dovrebbe dirigere il reparto che invece traballa fin da subito. Concorso di colpa, seppur in misura minore, sull’azione dello 0-1 quando concede troppo campo a Ilicic. Acquista sicurezza nella ripresa spostandosi sul centro destra.

DABO 6: Riproposto da laterale, va un po’ dove lo porta l’azione. Generoso ma confusionario.

Dal 76′ SIMEONE 6,5: Entra bene in partita e lavora benissimo il pallone da cui nasce il 3-3.

BENASSI 6: Galleggia un po’ sulla trequarti faticando a trovare la posizione. Non segue a dovere Pasalic sullo 0-2 ma si fa perdonare con un super gol, in semirovesciata. Potrebbe tentare il bis in avvio di ripresa, ma si avvita clamorosamente su se stesso senza riuscire a calciare. Da lì si vede poco.

VERETOUT 5,5: Torna centrale, a protezione della difesa. Ci mette la solita intensità, ma perde qualcosa in lucidità. Rischia nel finale facendosi sovrastare di testa da Hateboer, che prende la traversa.

BIRAGHI 6: Duello tosto con Hateboer. Arriva spesso al cross, ma le palle alte sono facile preda della difesa. Più preciso nella ripresa, prova anche la conclusione ma senza fortuna.

GERSON 5,5: Da mezzala pura, si impegna ma è troppo lento nelle giocate.

Dal 51′ EDIMILSON 6: Porta maggiore dinamismo a centrocampo.

MURIEL 7: Prova subito un paio di fiammate, ma senza esito. Rimane impigliato nelle maglie della difesa, fino a quando non serve l’assist per il 2-2 di Benassi. Continua a vivere di fiammate, come quando al 65′ si inventa una grande giocata ma è egoista cercando il tiro anzichè l’assist a Biraghi. Prontissimo per la zampata del 3-3 e poco dopo è pericoloso da fuori.

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.