Kouamé: “Sogno un gol in Champions sotto una Fiesole gremita. L’arrivo a Firenze…”

Il giovanissimo attaccante Viola, Christian Kouamé, è stato intervistato da Repubblica Firenze. Ha parlato di sé stesso e delle sue prospettive a Firenze, soffermandosi prima di tutto sul suo trasferimento alla Fiorentina: «Quando mi chiamò il mio procuratore pensai fosse uno scherzo», ha spiegato, aggiungendo di averlo persino richiamato per essere sicuro che non lo stesse prendendo in giro. Kouamé ha detto di aver telefonato subito ai suoi genitori in preda all’emozione e all’entusiasmo: «Erano quasi più emozionati di me, anche perché per loro, come per me, la Fiorentina è sempre stata una parte di cuore».

HA POI PARLATO DEI SUOI SOGNI

 

Quando gli viene chiesto dei suoi sogni l’ex Genoa pare piuttosto sicuro di sé: il primo è quello di segnare un gol in Champions League sotto una Curva Fiesole «gremita», il secondo quello di essere schierato in campo con la Nazionale e sentirne l’inno durante una Coppa del Mondo.

 

 

Kouamé si è detto anche ottimista per quanto riguarda le ambizioni di casa Fiorentina: «Penso che la società stia gettando le basi per un ottimo futuro», ha detto, «basta vedere l’investimento per il centro sportivo, il mercato di gennaio, l’acquisto di Amrabat, un grande calciatore». E ha aggiunto che con qualche innesto in più, con una maggiore esperienza e acquisendo continuità la Fiorentina possa tornare a sgomitare per posizioni di classifica importanti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.