Incredibile, la stagione ora rischia di non finire. Un’altra doccia fredda per Commisso

Commisso NY Cosmos

La Lega Serie A si è complicata talmente tanto la vita, che adesso c’è persino il rischio di non finire la stagione. Per mancanza di date, augurandosi che l’emergenza da Coronavirus non si aggravi ulteriormente. Ma se oggi il calcio italiano si trova in questa situazione, il motivo è da addurre al rifiuto di giocare a porte chiuse alcune gare dello scorso weekend e poi le due semifinali fissate tra oggi e domani. Il teatrino messo in piedi da chi voleva difendere i propri interessi, unito ad alcune decisioni discutibili della politica, ha creato un caos senza precedenti.

.

Il prossimo weekend dovrebbe – il condizionale è d’obbligo – prevedere la disputa delle 6 gare rinviate nell’ultimo turno di Serie A, tra cui Udinese-Fiorentina (ma a che ora?). E poi lo slittamento delle giornate. Ma ci sono da recuperare altre 4 partite del turno precedente e, appunto, anche Juve-Milan e Napoli-Inter di Coppa Italia. E il problema sorge per la squadra di Sarri e quella di Conte. Se dovessero arrivare in fondo a tutte le loro competizioni, non ci sarebbero finestre disponibili (e all’Inter ne servono addirittura due), visto che poi a giugno c’è pure l’Europeo. Il calcio italiano insomma deve gufare contro Juve e Inter in Europa, pena il rischio di non poter concludere la stagione.

.

Una situazione paradossale che tocca la Fiorentina fino ad un certo punto, visto che gli obiettivi di classifica sono ormai pochi. Ma il danno di immagine riguarda tutta la Serie A, con buona pace (si fa per dire) per chi come Rocco Commisso sta cercando di rilanciare il nostro movimento anche all’estero. Un’altra doccia fredda per il presidente viola, dopo la battaglia per il nuovo stadio che ad oggi non ha dato i suoi frutti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.