I mediani del decennio viola

Negli ultimi 15 anni sono diversi i centrocampisti che con caratteristiche diverse hanno occupato la mediana viola.
Oggi il primo appuntamento con i registi e i centrocampisti di rottura.
Nella prima Fiorentina dal ritorno in Serie A i due centrocampisti centrali di maggior riferimento erano Marco Donadel poi protagonista a lungo nell’era Prandelli e Angelo Di Livio il mediano era Christian Obodo.
Nella viola di Prandelli si aggiunsero giocatori importanti come Liverani, regista di livello altissimo. Montolivo che negli anni oltre essere stato il capitano ha ricoperto sia il ruolo di mediano con risultati altalenanti che quello di mezzala con ottimi risultati, Brocchi che in viola rimase un solo anno lasciando ottimi ricordi.
Un’altro nome importante è quello di Kuzmanovic centrocampista di rottura con anche qualche inserimento, un mediano che è rimasto poco ma ha inciso tanto è Felipe Melo brasiliano atipico. Tre sono le stagioni in viola per Michele Pazienza da ottimo gregario.
Non ha avuto molta fortuna Sergio Almiron che a Firenze doveva essere il dopo-Liverani.
Una stagione super e una condizionata dagli infortuni invece per Cristiano Zanetti che nella notte del 2-0 al Liverpool illuminò il Franchi. Dimenticabile invece il periodo viola di Mario Bolatti. Una buona stagione invece quella di Gaetano D’Agostino che a Firenze non giocò moltissimo ma fu il miglior centrocampista sotto il profilo realizzativo, la scelta di non tenerlo resta ancora adesso un mistero. Due stagioni in viola per Valon Berhami mediano roccioso ma che conquistò il pubblico viola soprattutto nei primi 6 mesi. Qualche presenza la conta anche il giovane Amidu Salifu aggregato dalla primavera. Sfortunate le avventure di Kharja, Munari e dell’ex Juve Sissoko.
Re della regia viola è il Pek Pizarro che nell’era Montella ha illuminato il centrocampo viola. In quella viola altri due mediani con caratteristiche diverse dal Pek erano Della Rocca, 1 sola presenza e Giulio Migliaccio che riuscì anche a segnare.
In viola ha giocato una stagione anche Massimo Ambrosioni, mediano con un passato importante al Milan ed in Nazionale che alla Fiorentina portò la sua esperienza. Buona l’annata in viola anche per Jasmin Kurtic. Nell’era Paulo Sousa la coppia di mediani era formata da Badelj e Vecino che subentrò e rubò il posto allo sfortunato Mario Suarez. Mentore furono Octavio e Brillante cosi come i più quotati Tino Costa e Panagiotis Kone.
Hanno lasciato discreti ricordi in viola Carlos Sanchez e Bryan Dabo. Dimenticabile invece l’esperienza a più presenze di Cristoforo come quella di Edimilson e Norgaard nelle scorse stagioni.
Due buone stagioni in viola per Jordan Veretout che ha poi lasciato Firenze in direzione Roma.
Nell’attuale Fiorentina i mediani sono il rientrante Milan Badelj che rispetto alla prima esperienza non ha avuto una stagione indimenticabile e Pulgar centrocampista cileno letale sui calci piazzati, soprattutto dal dischetto. Per la prossima stagione è già stato acquistato un’importante regista come Amrabat che in questa stagione a Verona sta facendo grandi cose.
Tanti i giocatori che hanno ricoperto il ruolo di mediano o centrcampista centrale in viola negli ultimi 15 anni. Diversi hanno fallito, altri sono rimasti nella storia. E voi? Chi ricordate con maggior piacere?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.