Gravina: “Lavoriamo per migliorare protocollo. Quarantena obbligatoria? Ci preoccupa”

Gabriele Gravina, presidente FIGC, ha parlato a Rai 2: “Stiamo cercando di trovare degli aggiustamenti e dei punti di incontro per risolvere qualche piccolo ostacolo all’applicazione del protocollo. È evidente che la nostra determinazione nell’andare avanti è sempre stata dettata da una grande prudenza ispirata dalla tutela della salute, questo atteggiamento non è derogabile. Stiamo cercando di prendere coscienza di alcune difficoltà: ci sono difficoltà oggettive, come il reperire delle strutture che ci consentano di andare avanti.

Quello che ci preoccupa, e lo abbiamo rappresentato al ministro Spadafora trovando accoglienza e considerazione, è il tema della quarantena obbligatoria per tutta la squadra in caso di un nuovo positivo. È un problema e lo stiamo affrontando con determinazione, prudenza ma attenzione per evitare che un rapporto stressato possa generare tensione e bloccare la partenza del campionato. Responsabilità dei medici? L’Inail già oggi con una sua circolare ha chiarito che c’è responsabilità solo in caso di dolo o colpa grave, siamo sereni sotto questo punto di vista”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.