Galbiati: “Giocatori Juve dovevano stare a casa. Cutrone? Può aiutare la Fiorentina”

Galbiati

Roberto Galbiati, ex calciatore della Fiorentina, è intervenuto ai microfoni di Lady Radio dove ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

“La società Juventus doveva imporre ai giocatori di rimanere qui. Posso capire Higuain con la madre, ma gli altri dovevano rimanere a casa, come rimangono a casa gli altri giocatori delle squadre minori e come rimangono a casa gli italiani. Mi fa ridere che il calcio chieda una mano, dovrebbe essere proprio il pallone ad aiutare la sanità. Qualcuno lo ha già fatto, altri no. Sugli stipendi penso che tagliarli non sia un’eresia, i calciatori non possono lavorare e allora come tutti saranno costretti a fare sacrifici.

 

 

 

Io credo che i calciatori non torneranno mai indietro, ho visto tanti ragazzi che non volevano andare a giocare in qualche squadra e smettevano. Metterei dei grossi paletti per non far cambiare la legge in vigore ora, non si deve togliere la facoltà di scelta ai giocatori. Cutrone? Nel Milan era quel giocatore alla Robbiati, che entrava e faceva gol, alla Fiorentina può essere utile, perché fa movimento e può aiutare gli altri giocatori ad andare in rete.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.