Diks: “Commisso mi ha fatto sentire importante, sogno di tornare a Firenze. Chiesa? Contattarlo è impossibile..

Kevin Diks

Violanews.com ha intervistato Kevin Diks, difensore viola classe 1996 attualmente in prestito all’Aarhus nella Superligaen, la massima serie del calcio danese. Queste le sue dichiarazioni:

Come ti trovi all’Aarhus?
Bene sto recuperando la condizione migliore. Ho avuto un brutto con la Fiorentina che si è riproposto nell’esperienza ad Empoli, qua sto trovando confidenza con il mio fisico perchè voglio giocare con regolarità e poter tornare un giorno a Firenze a giocarmi le mie carte

Cosa ti ricordi della tua prima esperienza con la Fiorentina?
E’ stato molto difficile perchè ho trovato tanti problemi con la lingua, in più il ritiro di tre settimane a Moena è stato davvero duro, in Olanda siamo abituati a fare massimo una settimana di ritiro.

Sei diventato molto amico di Chiesa, hai avuto modo di rimanere in contatto con lui?
Si, anche se è difficile rimanere in contatto con lui visto che usa pochissimo il telefono e raramente mi risponde quando lo contatto. Chiesa è un giocatore strepitoso ho visto subito la sua tecnica superiore. Hagi? E’ un giocatore di alta classe, è diverso rispetto a Chiesa perchè viene da un altro paese e questo lo agevola molto ma a livello di classe è al pari di Federico.

Hai avuto un’esperienza in primavera molto positiva ci racconti come è stato l’impatto con il calcio italiano?
In Italia è molto più difficile perchè tatticamente è di un altro livello, in Olanda ci sono solo due moduli mentre quaa abbondano. Successivamente ho avuto un’esperienza bellissima al Feyenord che mi ha portato anche a giocare la Champions League. E’ stata un’esperienza pazzesca, ho giocato tre trasferte e questa esperienza mi ha fatto tornare anche nella Fiorentina. Purtroppo quando era il momento di giocarmi le mie carte ho avuto diversi infortuni che hanno complicato il mio percorso nonostante l’ottimo ritiro di Moena.

Ad Empoli hai trovato Dragowski e Rasmusen, sai spiegarti il perchè di un andamento così diverso dei due giocatori?
Non riesco a capire che problemi abbia potuto trovare, è un giocatore di buon livello e ha bisogno di giocare. Ha Firenz ho molti amici sono rimasto in contatto con molti di loro.

Hai avuto modo di parlare con la nuova dirigenza viola?
Ho avuto modo di contattarla due mesi fa, è cambiato tutto rispetto alla scorsa dirigenza perchè il presidente contatta tutti i giocatori in prestito e ti fa sentire importante come parte integrale del progetto e questo per me è fondamentale perchè voglio tornare alla Fiorentina.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.