Corriere Fiorentino: il retroscena, Pradè spingeva per la cessione di Chiesa alla Juventus

Montella e Pradè

Il Corriere Fiorentino si concentra su Federico Chiesa. Proprio contro la Juventus è iniziata la sua avventura in Serie A. Era il 20 agosto 2016. L’estate scorsa era tutto pronto: contratto di cinque anni a cinque milioni netti a stagione. Mancavano solo le firme e, se a Firenze non fosse piombato Rocco Commisso, niente avrebbe impedito che il matrimonio si celebrasse. Del resto, anche la proposta alla società viola, era allettante: 30 milioni di euro più un paio di contropartite tecniche, per una valutazione complessiva di (circa) 70 milioni.

 

 

Commisso disse no alla cessione. Pazienza se altri in società (su tutti Daniele Pradé) spingevano per la soluzione opposta: cessione, maxi incasso, e costruzione di una squadra più forte. Soprattutto, senza malumori e mal di pancia vari. Per fortuna, oggi, il clima è cambiato.

 

 

Merito dell’incontro tra Commisso e papà Enrico. Un faccia a faccia che ha posto le basi per un possibile rinnovo del contratto anche se questo non significa che il futuro di Chiesa sia sicuramente viola anche perché, quella Vecchia Signora (così come l’Inter) tornerà a bussare.

2 COMMENTI

  1. Articolo = fuffa già vecchia, fatto solo per aprire pagina e riscuotere click dalle decine di pubblicità, ma prima o poi la gente capirà e spero proprio che questi soldi “rubati” vi vadano di traverso!

    • Ma come ti permetti? Abbiamo soltanto riportato un articolo dal corriere Fiorentino citandolo pure tra l’altro, noi non stiamo rubando niente, e se il sito non è di tuo gradimento non lo seguire

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.