Contro il Sassuolo è la partita di Chiesa

Quell’ammonizione perlomeno evitabile – anche perché essendo in diffida serviva un minimo di accortezza che non sempre è facile estrapolare dalla trance agonistica – rimediata contro il Brescia gli ha fatto saltare la Lazio, e così domani Federico Chiesa avrà un motivo in più tra i tanti per dimenticare la giornata di squalifica che parecchio lo ha fatto arrabbiare.

Già di suo il gioiello viola ha una carica agonistica impressionante che ogni tanto magari gli gioca qualche brutto scherzo quando si presenta alla conclusione in area avversaria dopo aver messo a frutto la micidiale combinazione proveniente da talento e doti atletiche, e il tiro non corrisponde alle attese. Tutto insieme, stavolta concorre a creare un mix esplosivo ed è esattamente ciò che spera e chiede Beppe Iachini alla ricerca di una vittoria utile a sistemare la classifica e ad allontanare un po’ di apprensione creata dall’unico punto conquistato dalla Fiorentina tra Brescia e Lazio. Molti i motivi per essere protagonista, si diceva, non ultimo quello di dare spessore e consistenza ad un attacco che sarà privo di Vlahovic: là davanti c’è davvero bisogno dell’apporto di tutti, però ancora di più di chi ha qualità particolari nel suo bagaglio tecnico. Come Federico Chiesa.Contro il Sassuolo è la partita di Chiesa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.