Commisso: “Abbiamo 8-10 colpiti da Coronavirus. Volevo venire a Firenze, mi hanno fermato”

Rocco Commisso è intervenuto a Sky Sport 24: ecco le dichiarazioni del numero uno della Fiorentina:

“La raccolta fondi è nata da una cosa che ho visto a Firenze, la situazione si sta aggravando. Abbiamo alcuni dei nostri, otto o dieci persone affette da questa disgraziata malattia (si riferisce alla totalità di ACF Fiorentina e non solo ai calciatori: n.d.r), e allora dobbiamo aiutare chi è in prima linea e lavora per la nostra salute. Questo piccolo dono lo abbiamo fatto, e in 24 ore abbiamo già preso 420000 euro, siamo contentissimi.

 

 

Con Mediacom portiamo in casa Internet, anche altre compagnie aiuteranno in questo intento benefico. Prima voglio ringraziare Franck (Ribery ha donato 50000 euro), io e lui abbiamo ritrovato a Firenze la nostra casa e dobbiamo restituire qualcosa al Paese che ci ha accolto. In America non è grave come in Italia, ma io e la mia famiglia siamo comunque a casa, e mio figlio Joseph sta in hotel a Firenze pure lui. Raccomando a tutti di stare a casa.

 

 

 

Ho parlato con Iachini, Pradè, Barone e i ragazzi contagiati, mando loro un abbraccio. Sono in contatto con tutti i responsabili che mandano avanti la Fiorentina, sanno che sono loro vicino, non mi hanno permesso di tornare ma lo hanno fatto per un buon motivo. Sono tempi bui, ma ne dobbiamo uscire. Un abbraccio all’Italia.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.