ADL: “Insigne risolva i suoi problemi. Cederò Koulibaly. Mertens? Se vuole fare le marchette in Cina…”

De Laurentiis

Aurelio De Laurentiis scatenato, ancora una volta. A margine dell’intervento al Comune di Napoli per firmare la convenzione sullo stadio San Paolo, il presidente ha fatto il punto sulle ultime di casa azzurra. Senza peli sulla lingua. Partendo da Insigne: “Il problema di Insigne non glielo può risolvere né Raiola né Ancelotti e né De Laurentiis, ma lo deve risolvere Insigne in primis, che deve capire da grande cosa vuole fare. Ha sempre avuto un atteggiamento di scomodità a Napoli. Io lo capisco, lo proteggo, mi sta molto simpatico, però ha sempre sentito scomoda la situazione napoletana, bisogna che si tranquillizzi e diventi una persona più serena.

 

 

Se non è in forma e l’allenatore non lo utilizza, non può uscirsene Insigne con battute o atteggiamenti quasi di sfida” ha detto ADL che ha smentito qualsiasi problema con Ancelotti: “Ho sentito e letto di tutto e di più, che io avrei litigato con Ancelotti, ma ho sempre detto che Ancelotti può restare qui anche dieci anni. Su Koulibaly: “Sono rimasto affezionato all’uomo Koulibaly e non l’ho venduto neanche a 105 milioni, ma arriverà un momento in cui saremo costretti a vendere certi giocatori”.

 

 

 

E infine la bordata a Mertens e Callejon che sono in scadenza di contratto: “Non sono assolutamente disposto a fare uno sforzo importante. Se uno vuole fare le marchette in Cina per vivere due o tre anni di merda questo è un problema suo nel quale non posso entrare. Se considerano i soldi un fine andassero in Cina, io non posso considerare la Cina una concorrente”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.